Nuovo album: sette brani per voce e chitarra

Il prossimo lunedì io e Ribamar, il mio complice preferito, inizieremo a lavorare al mio prossimo disco. Discutendo su come realizzarlo con diverse persone di cui mi fido, sono arrivato alla decisione di incidere un album semplice, solo voce e chitarra. Per quale motivo? Tanti: innanzitutto, dispongo di una rosa di canzoni recenti che non chiamano un arrangiamento complesso, ma che hanno già una buona dimensione nell’arrangiamento per voce e chitarra. In secondo luogo, io dal vivo mi esibisco il più delle volte così. Anzi, ormai praticamente solo così. Inoltre, sono un decente chitarrista-cantante, e questo aspetto del mio fare musica non ha ancora trovato il giusto spazio nei miei dischi.

In più ho sempre l’impressione che, nell’interpretazione da studio, io non riesca a dare il giusto carico emotivo a ciò che canto. Ecco perché l’idea di riportare il tutto a una dimensione live, vissuta abbracciato alla chitarra, come in effetti vede la luce ciò che canto. Faremo quindi un album che sia registrato in presa diretta, suonato e cantato in un ambiente che abbia un suo suono particolare. La microfonazione ambientale prenderà a modello quella usata per le incisioni di musica classica, dando il giusto risalto sia alla componente strumentale che a quella vocale. Per un lavoro del genere, è necessario stare concentrati, commettere meno errori possibili, e comprimere tutto in un lasso di tempo ridotto. Una bella scommessa, insomma.

Grazie a Nicola Maestri, amico scrittore con cui da tempo ormai sto condividendo il palco, sono riuscito ad avere a disposizione l’Oratorio dell’Assunta, bellissima chiesetta nella Rocca Sanvitale di Sala Baganza (PR). Cristina Merusi, sindaco di Sala Baganza, è stata disponibilissima nel concederci lo spazio. Lunedì scorso abbiamo fatto un primo sopralluogo, per studiare la situazione e non ritrovarci sorprese la settimana prossima. Una nuova sfida, con al fianco ancora una volta Ribamar, il migliore alleato.

Rocca-San-Vitale-Il-giardino-Melograno

La Rocca Sanvitale di Sala Baganza (PR)

assunta

L’interno dell’oratorio dell’Assunta

Flashback: nel 2007 mi capitò di svolgere per la prima volta la professione di musicista. Suonai chitarre e bouzouki nella produzione Reshimu, del maestro Riccardo Joshua Moretti. Le incisioni avvennero proprio nell’oratorio dell’Assunta, nella Rocca di Sala Baganza. Un ritorno alle origini che mi piace decisamente! A tanti anni di distanza, con un progetto mio, una maturazione musicale e (spero) artistica che mi ha reso molto diverso da allora. Più consapevole, più cosciente, più esperto. Più radicale e al contempo più malleabile; ma con la stessa voglia di fare, lo stesso entusiasmo, lo stesso amore per la musica e per l’arte. Sono emozionato e non vedo l’ora di iniziare il lavoro!

Comments

comments

Author: roccorosignoli

Share This Post On