Category Archives: Articoli

#TuttoSiDimentica: collaudo positivo

Su ilmegafono.org è uscita una splendida recensione di Tutto si dimentica. Manuele Foti scrive: Una capacità di scrittura di altissimo livello, che abbiamo apprezzato moltissimo. Parole e musica, infatti, ci sono piaciute tanto e sono un sigillo d’autore in una

Videoclip: Primo maggio di festa (Claudio Lolli, 1976)

Dall’album capolavoro “Ho visto anche degli zingari felici”, questo brano porta all’estremo quella fusione tra dimensione pubblica e privata, politica ed emotiva, che contraddistingue tutta l’opera di Claudio Lolli. Il Primo Maggio 1975 il Vietnam conquistava la sua libertà e

Nuntio vobis gaudium magnum

Nuntio vobis gaudium magnum: habemus #tuttosidimentica! Dopo una settimana intensissima fatta di #teatro, #concerti, #storiepartigiane e #memoria (nonché di fetentissima cervicale) stamattina è arrivato finalmente il mio nuovo #cd! Potete trovarlo a tutti i miei concerti!

14 aprile, cerimonia per Tekoser a Ghiare di Berceto

Una pioggia insistente bagnava il piazzale della stazione di Ghiare di Berceto. Era domenica 14 aprile, l’ultima domenica prima di Pasqua, una domenica di primavera. Eppure il cielo era grigio e l’aria umida e fredda. Ma appena arrivati nel piazzale,

“Tutto si dimentica”: ci siamo

Ci siamo. Grazie al lavoro dell’amico Dimitri Corradini, artista e musicista, il mio cd “Tutto si dimentica” ha finalmente un volto; ha un animale totem, che – guarda caso – è un lupo; ha tante canzoni e tanti ospiti: Alessio Lega, Max Manfredi, Rebi Rivale, Francesco Pelosi, Davide Giromini;

“Professione Confusa”: un grazie

Oggi il mio editore mi scrive che Professione Confusa sta andando benone. Una soddisfazione grande che volevo condividere con tutti quelli che mi seguono! Dopo “Zeppelin”, uscito nel 2009, pensavo che non avrei più pubblicato poesie. E invece a ottobre

Vi racconto Leonard Cohen su “Vini e Vinili”

Oggi sul blog “Vini e Vinile“, curato da Massimo Bellei, è uscito un mio piccolo scritto in cui racconto uno dei dischi più importanti della mia vita. La scelta è caduta su “Songs of Leonard Cohen” del 1968, un capolavoro

AIUTO! Sommerso dai messaggi 😸

Ciao a tutti, scrivo poche righe per scusarmi con quanti mi hanno scritto via mail, whatsapp, facebook e non hanno avuto risposta! Ho avuto un sacco di lavoro e sto continuando ad averne, e l’attività di “back office” ne ha