Violino

Rocco Rosignoli al violino

All’età di vent’anni Rocco si decise a esaudire uno dei suoi più vecchi desideri: suonare il violino. Prese lezioni per tre anni e ne apprese i rudimenti. Suonò il violino dal 2007 al 2010 insieme alla folk band Me, Pek e Barba, con i cui membri continua ad avere un forte rapporto di amicizia. Quell’esperienza gli diede la possibilità di approfondire il repertorio popolare, caratterizzandosi dapprima con uno stile ruvido e vicino al “fiddle” irlandese e americano.

Il suo violino si può sentire nei dischi “La rosa e l’urtiga” dei Mè, Pèk & Barba, in “Guido Maria Grillo” dell’omonimo cantautore, ne “Il cortigiano” di Ugo Cattabiani, in “Apuane conversioni” di Davide Giromini, in “Mare nero” di Alessio Lega, ne “Il rito della città” di Francesco Pelosi, oltre che nei lavori solisti di Rocco Rosignoli stesso.

Il violino non è lo strumento principale di Rocco Rosignoli, ma quando lo imbraccia sa difendersi bene, come si vede e sente nei video che seguono.

 

roccovioli

violcave

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>